Ottimizzare le conversioni

Ottimizzare le conversioni dovrebbe essere il primo step che si deve mettere in atto, una volta messo online il nostro sito internet.

Innanzi tutto iniziamo a chiarire il concetto di conversione,

Cos’è una conversione:

La conversione in senso generale è un obiettivo, che vi dovete fissare, all’inizio del Vostro progetto, in fase di elaborazione del vostro piano d’azione (fondamentale).

Un progetto sicuramente deve contenere più obiettivi, che variano a seconda del business, e dello status dell’azienda, ad esempio, se siamo un nuovo brand,

  • il primo obiettivo sarà fare brand awareness, ossia far conoscere il marchio,
  • il secondo obiettivo sarà interagire e capire il vostro target di utenti, e le loro necessità,
  • il terzo obiettivo potrà essere la vendita, o l’acquisizione di lead (contatti).

Una volta definiti, vanno eseguiti con la realizzazione vera e propria del progetto, ma quando pensate che il lavoro sia finito, è proprio lì che invece inizia, perchè una volta messo online il sito, inizierà il lavoro di analisi dei dati e identificazione delle criticità, che vi chiarirà come e dove andare ad apportare le modifiche per aumentare le conversioni, qualora ci sia la necessità, nel 99,9% dei casi.

Analisi dei dati e identificazione criticità:

Lo strumento più utilizzato è Google Analytics, che una volta settato a dovere, vi fornirà tutti i parametri per un’analisi approfondita, dandovi la possibilità di andare a modificare, o testare soluzioni alternative.

Alcuni dei dati che vanno analizzati ad esempio potrebbero essere:

  • le pagine in cui gli utenti escono exit page
  • da dove gli utenti entrano
  • i carrelli abbandonati
  • il valore medio dei carrelli
  • il CTR, ossia il rapporto tra impression e clic
  • ecc

Quando andiamo ad analizzare i dati, dobbiamo tenere presente moltissimi aspetti, soprattutto se siamo di fronte ad un sito recente, senza uno storico, e quindi magari andare ad analizzare situazioni simili alla nostra utilizzando sempre Analytics con la voce Benchmark, che ci indica un pò l’andamento di siti simili al nostro, oltre a questo va tutto interpretato in base al tipo di prodotto/servizio che stiamo offrendo.

Test:

La fase di test deve essere sviluppata di pari passo all’analisi dei dati, in modo da riuscire a trovare per ogni azione, una risposta concreta, per il raggiungimento di performance migliori, rispetto al nostro obiettivo.

Ottimizzazione:

La fase ultima è quella dell’ottimizzazione, ossia quell’insieme di processi scaturiti dalle fasi precedentemente elencate, per il raggiungimento dell’unico obiettivo comune a tutti i progetti, ottimizzare le conversioni, e quindi aumentare le prestazioni per massimizzare l’obiettivo.

Conclusioni:

Chi come me, lavora ormai da anni nel settore, è a conoscenza dei processi chiari che vanno attuati in quasi tutti i progetti, e che portano a risultati sicuramente positivi, ci sono degli standard che si riferiscono per lo più al comportamento dell’utente medio.

L’utente medio è bombardato in ogni momento della giornata da migliaia di informazioni, quindi per catturare la sua attenzione dobbiamo essere bravi, ma anche intelligenti, e una volta catturata, dovremmo essere ancor più bravi a mantenerla, guidandolo “per mano”, all’interno del nostro processo di acquisto, analizzando ogni sua possibile mossa,  anticipandola, cercando talvolta, con l’utilizzo di strumenti, di riprenderlo se lo stiamo perdendo, di inseguirlo se decide di rimandare, o di ricordargli che ci siamo anche noi, nel caso continui la sua ricerca.

Ci sono poi due processi di conversione, che dipendono molto anche dalla piattaforma da cui iniziano, esempi:

se il nostro utente proviene da Google, sicuramente stava cercando qualcosa, se proviene da Facebook, è più probabile invece che non stava cercando nulla, e quindi il lavoro sarà più difficile, per ogni situazione, dobbiamo prevedere un percorso di ottimizzazione della conversione differente.

Il mio consiglio è comunque quello di andare a lavorare sulle emozioni dei clienti, per fare la differenza dobbiamo emozionare, altrimenti saremo uno dei tanti…

Se siete interessati ad ottimizzare le conversioni del Vostro sito, o se siete interessati a capire come ottimizzare le conversioni, scrivetemi!