Ottimizzazione delle immagini

L’ottimizzazione delle immagini è una fase molto importante per l’ottimizzazione generale di un sito web, in quanto, potrebbe essere l’elemento principale della lenta velocità di caricamento con la conseguente penalizzazione da parte del motore di ricerca, quindi sapere bene come andare ad operare per questo tipo di necessità è prioritario.

Realizzare una pagina o un articolo, ricco di contenuti, magari con un video e con delle belle fotografie, è una prassi da utilizzare per migliorare l’esperienza utente.

Se operiamo nel modo giusto, avremmo diverse fotografie da caricare, quindi sapere come farlo risulterà molto importante, se non vogliamo tagliarci le gambe da soli.

Ci sono diversi metodi e diverse applicazioni che possiamo utilizzare per l’ottimizzazione delle immagini, oltre che delle regole vere e proprie dettate dai formati, ognuno dedicato al tipo di immagine, di seguito andremmo a definire le tipologie da adottare per ogni necessità:

  • GIF, se hai bisogno di un’immagine animata è l’unico formato che puoi utilizzare, pur avendo delle importanti limitazioni come quella di avere una paletta di massimo 256 colori, numero insufficiente per la maggior parte delle immagini utilizzate di solito.
  • PNG, il formato che mantiene intatte tutte le caratteristiche qualitative, ma usatelo con molta cautela in quanto non utilizza alcun algoritmo di compressione, tranne OptiPNG che un pò può aiutarvi, producendo file molto pesanti.
  • JPG, è invece il compromesso migliore tra qualità e dimensioni del file, in quanto si avvale di una combinazione di ottimizzazione tra lossy e lossless.

Ci sono poi dei nuovi formati, ma che purtroppo ancora si portano dietro delle lacune, i formati in questione sono WebP e JpgXR, la lacuna è che non sono supportati da tutti i browser, mentre come vantaggio fanno risparmiare circa il 30% del peso rispetto ad un Jpeg analogo, in questo caso dovrete produrre delle varianti di codifica, in modo da offrire il miglior prodotto al relativo browser.

Se utilizzate wordpress poi potete aiutarvi con dei plugin che faranno il loro lavoro egregiamente, uno di questi è Smush, questo ottimizzerà automaticamente ogni immagine che voi inserirete all’interno di post o pagine mentre potrete eseguire in qualsiasi momento la scansione e quindi l’ottimizzazione di quelle già esistenti.

Se invece cercate un programmino esterno che faccia il caso vostro Light Image Resizer 4, è quello che cercate.

Se avete bisogno invece dell’ottimizzazione delle immagini per il vostro portale, affidatevi ad un professionista seo, che guardando il contesto vi proporrà la soluzione più idonea.

Contattami ora!

Trackback dal tuo sito.