Follow o nofollow

Follow o nofollow, questo è il problema.

L’argomento è un pò controverso, in quanto Google ci fornisce a volte indicazioni contrastanti, nel caso dei link ad esempio c’è veramente molto su cui parlare, per l’importanza che hanno a livello di rank, quindi capirete che è un argomento molto delicato.

Google è sempre alla ricerca di novità, i crawler viaggiano ed esplorano alla ricerca di nuove situazioni, nuove tendenze, nuovi portali, insomma cercano tutto quello che è presente nella rete e anche quello che lo sarà, cercando di andare a scavare nei siti i vari collegamenti, ad esempio, se noi vogliamo far crescere la curiosità del motore dovremmo iniziare a parlare di qualcosa che ancora non è presente e il motore incuriosito cercherà tra i vari link presenti nei portali, di scovare questa novità, questo lo farà esplorando talvolta i link presenti, quindi per questo mettere un nofollow potrebbe essere limitativo, mentre è molto meglio un bel follow che porterà a scovare la nostra novità a Google, ampliando la sua rete di conoscenza.

Sapete poi che un link follow alla vostra pagina del sito, proveniente da un portale autorevole e magari anche tematico, vi sarà di aiuto per far capire al motore che ci siete e soprattutto che siete una fonte attendibile perchè citati da fonte autorevole, e proprio in funzione di ciò si sono scatenate una serie di situazioni a catena, tipo la compra vendita di link, siti dove poter inserire link in autonomia, guest post, digital pr, tanto da far uscire un algoritmo che andava e va proprio a caccia di queste azioni non propriamente naturali, infatti Google favorisce queste operazioni quando si trova davanti a citazioni naturali e non forzate o concordate, quindi per ovviare al problema dell’interpretazione da parte del motore di ricerca e conseguente penalizzazione, il mio consiglio è quello di mettere sempre il rel=nofollow, tranne che in casi chiaramente favorevoli e utili.

Per finire non specificare nulla significherà follow, perchè il rel=follow non esiste, oppure ci sono plugin appositi che metteranno il nofollow in tutti i link presenti sul vostro sito.

Follow o nofollow questo era il problema!!!

Aggiornamenti sui link e sull’attributo rel introdotto da Google

Come detto, vista l’importanza di tali strumenti, Big Google, ha apportato un cambiamento rispetto all’attributo rel e quindi alla provenienza dei link, in modo da essere sempre più chiari ed eliminare al massimo l’interpretazione, e quindi la possibilità di errore, tale aggiornamento si dice entrerà in vigore dal marzo 2020.

rel=sponsored

che dovrà essere usato in quei casi dove stiamo vendendo o acquistando un link

rel=ugc

che dovrà essere usato per i link introdotti dagli utenti, ad esempio sui forum, o sui commenti.

Italia

Via Romagna 62

05100 Terni (TR)

Spagna

Av.da Josè Antonio Tavio, 19

Costa del Silencio

38630 Arona Tenerife

Alexander Greco Via Romagna, 62 Terni (TR) P.I. 01348370550    Privacy Policy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: